Il Progetto Le finalità Contatti Mappa del sito Note legali  

News


Eventi San Potito

Angoli magici

Dedicato a

Dicono di noi

Newsletter

Nome:
Email:



News
La parrocchia di San Potito Ultra a Lourdes per i 150 anni delle apparizioni
Lunedì 22 Settembre 2008 13:00

 

logo4Tappe

La parrocchia di San Potito Ultra

a Lourdes

per i 150 anni delle apparizioni

logoGiubileo


In occasione del 150° anniversario delle Apparizioni della Signora vestita di bianco, Don Ranieri Picone parroco di San Potito Ultra ha organizzato un pellegrinaggio nella cittadina ai piedi dei Pirenei. La partenza il 21 settembre. Un occasione importante che ha spinto tutti ad essere puntuali per l'ora stabilita. Il gruppo di cinquantatre partecipanti, giunto a destinazione dopo due giorni di viaggio, si è facilmente immerso nello spirito della città mariana.

Lourdes è luogo di preghiera. Il tempo è scandito dal susseguirsi delle funzioni sacre. Migliaia e migliaia di persone svolgono la processione Eucaristica, la Processione Mariana (aux flambeaux) e la Via Crucis sulla collina. Il luogo più suggestivo è la grotta di Massabielle dove la Madonna apparve per diciotto volte a Bernardetta Soubirous nel 1858. Bello è sostare dinanzi ad essa perché percepisci che qualcuno ti ascolta. Davanti alla statua della Madonna viene adorato Gesù Eucarestia: l'infinito nel presente. Vorresti fermare i minuti che scorrono veloci e quasi ti dispiace che chiudono i cancelli del santuario.

Lourdes è simbolo di fraternità universale. Durante il nostro soggiorno abbiamo partecipato alla Messa internazionale presieduta dal cardinale Kasper, Presidente del Pontificio Consiglio per l'Unità dei Cristiani, e dall'arcivescovo anglicano di Canterbury.

Lourdes offre speranza per l'uomo ammalato nel corpo e nello spirito, costituisce una provocazione anche per l'uomo sano e interroga l'uomo laico in cerca dell'Assoluto. La preghiera qui diventa più che altrove esperienza e testimonianza. Secondo le parole del vescovo locale: " Lourdes non è un museo ma una realtà viva". Migliaia di candele ogni giorno vengono accese come simbolo di speranza per l' uomo che soffre, come devozione o come ringraziamento.

Lourdes è il luogo dell' acqua. " Andate a bere alla sorgente e lavatevi", disse la Signora vestita di bianco a Bernardetta. Per immergersi nelle piscine occorre disporsi in una lunga attesa.

Lourdes è esperienza di volontariato. Tantissimi sono gli ammalati che arrivano con i treni bianchi o con altri mezzi trasporto accompagnati da tante persone che offrono fraternamente e con discrezione il loro aiuto.

Infine abbiamo visitato i luoghi legati alla vita di Bernardetta seguendo il cammino del Giubileo. Nel viaggio di ritorno abbiamo percorso in bus ( e da lì abbiamo scattato anche delle fotografie!) la Promenade Des Areglais e ci siamo "immortalati" nella splendida piazza Massene di Nizza.

Abbiamo visitato il Principato di Monaco con il caratteristico percorso nel trenino panoramico senza poter raggiungere però l'alta velocità delle monoposto della formula uno! E infine non poteva mancare la tappa alla città dei fiori e della musica: Sanremo. Passeggiata serale sul lungo mare, visita al Casinò municipale (dove nessuno è diventato ricco) e per terminare la visita al famosissimo teatro Ariston dove ad attenderci non c'era né Baudo né il suo sostituto... Il viaggio è finito!!!

Lourdes chiama ancora! A tutti l'augurio di vivere questa edificante esperienza.

 

gaetanoCataldo

 

 

logoGiubileo Galleria fotografica

 


(15 Voti)